WIM WENDERS IN SILENZIO IN ITALIA. COME E’ STATO SCOPERTO?

Posted on Posted in Annualità del PECC, Archivio eventi, Informazioni e fonti esterne, PEC - PECC documenti e riferimenti
20 ottobre 2016

 

 

*PECC 2016 – XXXV EDIZIONE*

*ROMA*

Il Segretario Generale

Domenico Cambareri

 

 

 

Roma, 21 ottobre 2016

 

 

 

 

Ultime attraverso i motori di ricerca. Wim Winders starebbe in Italia per ricevere il “Capo Circeo” ai Musei Capitolini.

Chi lo ha scoperto?

 

 

 

 

Assisi news

 

 

wim-wenders-1-assisi-news-images

Home

Cultura

Wim Wenders ad Assisi: contatti con i frati del Sacro Convento?

20 ottobre 2016 Cultura

Wim Wenders ad Assisi: il regista tedesco, considerato uno dei maestri del cinema europeo (ha diretto, tra gli altri, “Il cielo sopra Berlino”, “Nel corso del tempo”, “Paris, Texas”), è stato ‘avvistato’ e riconosciuto mentre camminava tra vicoli e locali di Assisi e, almeno stando a quanto riporta la Nazione, avrebbe avuto un colloquio con i Frati del Sacro Convento per un progetto che potrebbe essere svelato nei prossimi giorni.

Wim Wenders si trova in Italia tra relax e impegni: domani 21 ottobre 2016 sarà a Roma, nella Sala Pietro da Cortona in Campidoglio, per ricevere il Premio Europeo Capo Circeo che, giunto alla XXXV edizione, ha tra i suoi obiettivi la promozione del rafforzamento politico e istituzionale dell’Europa.

 

 

LA NAZIONE

 

Assisi ospita Wim Wenders

Il grande regista tedesco avrebbe avviato contatti con il Sacro Convento

di SOFIA COLETTI

 

wim-wnders-2-la-nazione-images

Ultimo aggiornamento: 20 ottobre 2016

Wim Wenders

Wim Wenders

3 min

DI Sofia Coletti

Assisi, 20 ottobre 2016 – Doveva essere una visita in incognito, rigorosamente top secret. Ma la sua presenza, ovviamente, non è sfuggita agli appassionati del grande cinema che hanno amato i suoi tanti film di culto e di successo. Wim Wenders, grande regista tedesco, considerato uno dei maestri del cinema europeo, in questi giorni è ad Assisi. E si allunga così l’elenco delle celebrità che scelgono la città serafica come luogo dove fermarsi per riposare o per trarre ispirazione. Sono molti gli assisani che hanno visto e riconosciuto il regista mentre camminava tra vicoli e locali di Assisi. Non si sa se la presenza di Wenders in Umbria sia dovuta a motivi privati e personali o a ragioni professionali anche se pare che abbia avviato contatti con i Frati del Sacro Convento per un progetto che potrebbe essere svelato nei prossimi giorni.

Di certo Wenders in questi giorni ha molto da fare in Italia. Venerdì mattina, ad esempio sarà a Roma, nella Sala Pietro da Cortona in Campidoglio, per ricevere il Premio Europeo «Capo Circeo», ideato per promuovere l’amicizia, la fratellanza e l’integrazione tra i popoli europei e tra i loro governi. Tra i premiati, con il regista, ci sarà anche l’imprenditrice umbra Nicoletta Spagnoli e poi Lucio Caracciolo e Gaia Servadio, Caroline Noirot, ad della casa editrice francese ‘Les Belles Lettres’, il Nobel per l’economia Christopher Pissarides, il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon, il regista e coreografo di origine russa Micha van Hoecke. A settembre invece Wenders è stato protagonista alla Mostra del cinema di Venezia dove ha portato in concorso «Les beaux jours d’Aranjuez», film in 3D con Reda Kateb, Sophie Semin, Jens Harzer e la partecipazione del cantautore Nick Cave.   Con la sua opera, Wenders ha segnato la storia del cinema, raggiungendo il successo internazionale come pellicole quali «Lo stato delle cose», «Alice nelle città», «Paris, Texas» (Palma d’oro a Cannes nel 1984) e poi «Il cielo sopra Berlino» fino all’Orso d’oro alla carriera al Festival del Cinema di Berlino nel 2015.

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *